RSS

Per filo e per segno 

05 Set

christian-schloe-new-natureSulla poesia di Elina Miticocchio,  Per filo & per segno (edizioni Terra d’ulivi 2014)

Tessere è fare di più filamenti un unico filo che possa estrarre dal vuoto una trama che ci protegga dentro ad un ordine. Ma per la poeta Elina Miticocchio quest’ordine è quasi un disegno onirico che, se rapprende le paure di notte, svanisce di giorno, perché “ritorna il cuore alle stanze del cielo/ all’infinito corpo che in cerchio navighiamo”.

E a muovere questo “infinito corpo” sembra esserci “un debolissimo levarsi delle onde”, un soffio, impercettibile come il respiro, fragile ma potente nell’essere della vita.

Per tutto il libro la parola crea un silenzio fortissimo proprio per ascoltare e non fermare questo soffio che rimbalza fin dall’infanzia “lunga una conchiglia/soffiata in cantilena da mia madre”.

Il corpo di Elina sembra materia sognante che diventa mare “Mi spunta in testa il mare”, diventa albero “sulla mano ho scritto/ non appena leggerai sarai ramo.”, diventa “mani bambine” che accolgono “preghiere candide”.

Nicoletta Nuzzo

 

La lettera mai
aperta scivola dall’arco
dell’occhio sta alla finestra
il buio di un dialogo
profondo il segreto è tragitto e dondola
parole le emerge dal bianco
di gelso angeli con le ali spezzate
in punta di penna trascrivono i passi
di gesso il vuoto in me s’arrende
un pieno di rosso
disegna le voci noi recitanti amore
di vetro abbiamo contato le stelle
tra i capelli giorni fini sottili fili dispersi
soffiando il respiro oltre il secchio di fuoco
scalzi infiniti.

(dalla sezione: tra fogli-e frammenti i nodi dei fili, p. 20)

Il dipinto è di Christian Schloe

Annunci
 
5 commenti

Pubblicato da su 05/09/2014 in incontri, letture, poesia, riconoscimenti

 

Tag:

5 risposte a “Per filo e per segno 

  1. elina

    05/09/2014 at 11:03

    molto belli i “passaggi” di questa lettura che coglie “intero” il corpo-sogno di Elina
    un grande grazie a Nicoletta che ha letteralmente “rincorso” il mio Per filo e per segno

     
  2. elina

    05/09/2014 at 14:34

    L’ha ribloggato su IMMA(R)GINEe ha commentato:
    molto belli i “passaggi” di questa lettura che coglie intero il “corpo-sogno”
    grazie Nicoletta

     
  3. nicolettanuzzo2013

    05/09/2014 at 18:35

    Grazie a te Elina per questo “soffio” del Tutto Infinito che non fermi con le tue parole ma lo lasci scorrere di palmo in palmo fino a noi

     
  4. Francesca Ferrari

    05/09/2014 at 21:27

    Tutto molto bello, recensione e poesia. Elina è sogno e margine, la seguo da molto, mi incanta.
    Grazie a entrambe.

     
    • elina

      06/09/2014 at 15:15

      grazie Francesca dell’incontro poiché gioia anima il nostro viaggio

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: