RSS

Cuor di formica

17 Gen

Harmony Catrin Welz Stein 

Dovete uscire, piccole formiche, e vedere e

  annusare e provare e toccare da sole, e allora

 saprete.”(Janet Frame, Cuor di formica)

 

 

mi teneva insieme un amalgama smisurato

dentro cui ogni cerchio si allargava,

io ero il Luogo

e da lì emanavo

con le mie maree di essere e non essere,

se svanivo poi ritornavo

e da quello che sentivo imparavo

ciò che il mio spirito già sapeva,

poi si è incrinata la gola,

ho cambiato respiro,

adesso tu che sei la Grande Regina delle formiche

mi dici che quello che vedo adesso mi riguarda

e che devo toccarlo e mangiarne a volontà.

 

Nicoletta Nuzzo

 

immagine di  Catrin Welz Stein, Harmony

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 17/01/2015 in incontri, letture, poesia

 

Tag:

Una risposta a “Cuor di formica

  1. nanitavel

    01/02/2015 at 15:38

    Esiste una espansione ammirevole contenuta in minuscoli cuori di formica, un risveglio interiore che non cessa mai di esistere…

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: