RSS

L’innocenza indecente

30 Mar

gracemehandevitoHo letto L’innocenza indecente di Annalisa Fantini (Gruppo Albatros Il Filo, 2009), sedici storie di donne dalla vita spezzata.

Sulla voragine di senso aperta dalla violenza, la voce narrante di Annalisa Fantini posa uno sguardo di pietas, ma anche di comprensione solidale e soprattutto prosciugata da ogni sentimentalismo e vittimismo perché quello che più conta per lei e per chi patisce lo sfregio di una libertà incrinata è la salvezza.

La ricerca della propria salvezza che può essere puro istinto di sopravvivenza gettandosi in un fiume gelato per non incenerirsi con le polveri chimiche lanciate da un aereo di guerra, macchiarsi del sangue del cuore di una lepre nella parte di una donna che reagisce alla catena di prede e predatori predando, nell’innocenza mai perduta di chi costretta alla prostituzione non smette di fuggire.

E fuggire da queste storie di vita di donne violate vorrei anch’io, il cuore mi va in frantumi per niente ed ho paura che quell’orrore possa attecchire su di me, su qualche parte di me che ho sepolto per non esserne sopraffatta, perché disseppellire ciò che mi ha infestato?…eppure mi lascio condurre per mano da Annalisa perché so che se c’è una via di salvezza me la indicherà e capire servirà anche a proteggere e lenire i miei tormenti. Narrare con la  cura, la delicatezza e con infinita pazienza, come fa Annalisa, porta a riprendere ogni filo spezzato e a riannodarlo per non sprofondare nel vuoto di senso.

Ci può essere una nuova trama al posto della lacerazione, nel raccontare un nuovo modo di vedersi ed immaginare un progetto di sé.

Nicoletta Nuzzo

immagine Grace Mehan de Vito

 

 

Annunci
 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: