RSS

Sotto pelle

07 Set

Heather Murray 5
“Siamo così esposti al nulla che abbiamo bisogno che l’essere ci sia donato continuamente”…mi ritorna in mente questa frase mentre i miei margini di controllo si assottigliano sempre più, è un andirivieni di ragioni e di sensazioni anche opposte tra loro, mi arrampico su tutti gli specchi che conosco pur di rassicurarmi “che non si torna indietro” che di strada è stata fatta: se questo basta alla mia consapevolezza “non basta” alla precarietà che ciclicamente si appropria di me. Ogni volta entro in gioco tutta e ruoto su me stessa sempre più vicina alle mie esigenze ultime di senso…anche da questi momenti nasceranno nuovi inizi, ci saranno altri semi da custodire.

Sotto pelle
non mi sono certo fermata
ho continuato a scavare
e poi a togliere la terra dal mio fondo pietroso,
era liscio come le pietre delle strade del mio paese,
antico e irriducibile come loro,
ma se poggio la guancia
sento il caldo di un viscere che non smette di pulsare,
è il desiderio dolente di nascere ancora e ancora,
ma solo la parola può avere un corpo meno fragile del mio
per accogliere questo me fuori misura

Nicoletta Nuzzo

 

immagine Heather Murray

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 07/09/2015 in poesia, raccontarsi

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: